Articoli con tag web 2.0

In drammatico calo i contributori di Wikipedia

Fonte: www.ilsole24ore.com

di Luca Figini (Sole24ore.com)

E c’è già chi si chiede se Wikipedia stia fallendo perché il suo modello non è sostenibile. Forse non siamo ancora arrivati a questo punto, certo è che la ricerca pubblicata dal Wall Street Journal lascia spazio a molte domande. Secondo l’autorevole quotidiano, la celebre enciclopedia gratuita on-line, realizzata con articoli pubblicati da volontari, sta perdendo utenti che scrivono contributi.

wikipediaUn problema non indifferente: secondo lo studio condotto da Felipe Ortega dell’Università di Madrid, nel primo trimestre del 2009 oltre 49 mila editor in lingua inglese hanno abbandonato il progetto. Pari a dieci volte di quelli che avevano mollato il colpo lo stesso periodo dello scorso anno. Sintomo di un possibile stallo o di un malcontento generalizzato sulla burocratizzazione nell’uso di Wikipedia. Sì, perché le regole imposte per bloccare sul nascere discussioni e rimostranze si sono trasformate in manette per alcuni utenti attivi. Che, allo stato attuale, sono circa 90 mila che operano su 266 lingue per soddisfare le richieste di 327 milioni di utenti unici mensili.  continua a leggere…

,

Nessun commento

Che fanno i nostri amici sul web? Google lancia il “social search”

Fonte: Repubblica

L’ultima trovata del colosso di Mountain View è la possibilità di scandagliare i contenuti online delle persone appartenenti alla nostra sfera sociale. E intanto guarda con interesse al mercato della telefonia

di ALESSANDRO LONGO (
Repubblica.it)

SI CHIAMA Social Search l’ultima trovata di Google per restare al passo coi tempi in fatto di motori di ricerca. È un servizio per ora sperimentale e solo in lingua inglese, a cui chiunque può aderire. Dopo averlo attivato da un’apposita pagina, tra i risultati delle ricerche comparirà una sezione speciale, intitolata Results from people in your social circle. Cioè risultati che vengono dalle persone nella tua sfera sociale. Significa che se per esempio le parole “PD” e “primarie” sul motore di ricerca, nei risultati social search appariranno pagine, commenti, foto e video creati dai nostri amici e contatti sulle primarie del PD.  continua a leggere…

,

Nessun commento

Le imprese alla prova del Web 2.0

Fonte: Corriere della Sera

di Marco Pratellesi

L’utilizzo di blog, community, web tv, web radio e social network da parte delle imprese nel dialogo con gli utenti è in crescita: questo il risultato di una ricerca su 100 aziende italiane condotta da Paola Dubini e Martino Garavaglia dell’Osservatorio business tv dell’Università Bocconi. Lo studio ha valutato la presenza in rete delle aziende in base a due dimensioni: la ricchezza del contenuto e l’intensità della relazione costruita con il cliente. continua a leggere…

,

Nessun commento

Facebook, il pericolo viene dall’interno

Fonte: lineaedppmi.it

L’utilizzo dei social network dilaga anche nelle aziende. Con qualche problema di sicurezza come conferma questa nota di Kaspersky, società specializzata nella sicurezza, che ricorda come

l’eccessiva libertà e la non regolarizzazione di ciò che andrebbe (o non andrebbe) pubblicato all’interno di una community come Facebook, Linkedin o altre “è terreno fertile per tutte quelle attività illecite legate al furto di identità, di informazioni confidenziali e di dati sensibili in genere. Attività che, escluse le eventuali vulnerabilità agli attacchi mirati a rubare le informazioni mediante hacking presenti sui siti ospitanti, sono favorite da un uso errato da parte degli utenti finali, più che da vere e proprie azioni estorsive dei cyber criminali”. continua a leggere…

,

Nessun commento

Il mercato delle idee

Fonte: www.novaonline.ilsole24ore.com

Angelo Prete, 35 anni, si occupa di fotovoltaico dal 2001. Oggi, è direttore generale della Solar Green Technology di Milano. Quando viene contattato da investitori di tutto il mondo, lui risponde alle loro domande – la legislazione italiana, le tecnologie, le risorse necessarie – per la modica cifra di 300 dollari a telefonata. Grazie alle sue risposte, una banca d’investimenti americana e un fondo asiatico (guai a dire i nomi) hanno deciso di puntare «almeno 700 milioni di euro» sull’energia solare che piove sul Mezzogiorno. Nell’economia di questo mondo così globale e interconesso, la domanda e l’offerta si incontrano tutti i giorni. Verrebbe da dire: miliardi di volte al giorno, all’atto di ogni affare o compravendita. Ma dove s’incontrano la domanda e la risposta? Dov’è che si sciolgono i milioni di interrogativi che si levano ogni giorno, come si conviene nella moderna economia della conoscenza? A New York c’è una società fondata da un gruppo di ventenni – oggi trentenni – che ha trasformato questo dilemma in un business. In meno di dieci anni, il Gerson Lehrman Group, noto anche come Glg, ha messo insieme una rete di oltre 200mila esperti in quasi tutti i campi dell’ingegno umano, pronti a sparare risposte. E, dall’altra, un portafoglio di un migliaio di clienti – fondi d’investimento, imprese, associazioni – che fanno le domande. Nel mezzo, c’è una piattaforma elettronica che mette in contatto i due mondi, secondo i canoni del Web 2.0. continua a leggere…

Nessun commento

Wanna Buy A Wind Power Patent? Just Go to eBay

Per coloro che fossero interessati, è possibile comprare su eBay il brevetto di una innovativa turbina eolica. C’è tempo fino al 24 giugno, affrettatevi!
Maggiori informazioni qui.

Brevetto su eBay

Brevetto su eBay

, , ,

Nessun commento