Thomson Reuters “Research Fronts 2013″


Thomson Reuters ha recentemente pubblicato il report “Research Front 2013 – 100 Top-ranked Specialities in the Sciences anThomson Reuters - Research Fronts 2013d Social Sciences“, attraverso il quale presenta i primi 100 fronti di ricerca del 2013, relativi a 10 macro-aree delle scienze e delle scienze sociali, emersi da un’importante attività di analisi e monitoraggio delle pubblicazioni scientifiche. Tali fronti rappresentano le aree in cui si sta concentrando l’attività di ricerca a livello mondiale e che, quindi, rappresentano ambiti chiave da monitorare nel corso del 2013.

E’ interessante notare come emergano dall’analisi di così grandi quantità di informazioni, “hot areas” che non sarebbero in altro modo identificabili, così come relazioni fra soggetti di ricerca, non formalmente collagati fra di loro, che concentrano i propri sforzi sugli stessi temi.

Il report presenta un’ampia rassegna di fronti della ricerca, fra i quali si citano a titolo d’esempio: il cambiamento climatico ed i suoi effetti; la ricerca in campo energetico; il calcolo per l’analisi, la visualizzazione e la modellazione; l’importanza della tecnolologia come potente strumento per guidare le scoperte scientifiche e, sostanzialmente, le innovazioni che trasformano la nostra realtà.

Entrando nel merito dei contenuti, è interesesante notare come risulti, ad esempio, particolarmente intensa l’attività di ricerca , nella macro-area “Chemistry and Material Science“, sullo sviluppo e messa a punto di processi produttivi roll-to-roll per realizzare celle fotovoltaiche organiche. Si tratta di uno dei temi chiave per permettere l’effettiva competizione delle celle fotovoltaiche organiche rispetto a quelle tradizionali in silicio. Le celle fotovoltaiche polimeriche proprio per il loro costo contenuto (dovuto proprio ai processi produttivi di cui sopra), il loro ridotto impatto ambientale, la loro leggerezza e flessibilità risultano essere molto promettenti. Tuttavia serve ancora un’accurata ed approfondita ricerca per migliorarne l’affidabilità e l’efficienza. Su questo fronte sembrano muoversi vari attori a livello internazionale.

Per ulteriori dettagli si rimanda alla consultazione del report, disponibile gratuitamente previa registrazione.

, , , , , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)