Archivio per la categoria Packaging

Grande successo di pubblico per la decima edizione di MC4 – Motion Control for

Si è conclusa con un grande successo di pubblico la decima edizione di MC4 – Motion Control for. Gli oltre 700 visitatori intervenuti hanno apprezzato tutte le novità di questa edizione: la presentazione della situazione di mercato a cura di ANIE Automazione, la “smart lesson” del prof. Gasparetto dell’Università di Udine e i test dal vivo del Laboratorio LIAM.
I visitatori hanno apprezzato anche i tanti workshop, che quest’anno sono stati curati con ancora maggiore attenzione da parte delle aziende.
Di seguito si riporta l’intervista a Matteo Sartini, responsabile tecnico del laboratorio LIAM.

Continua a leggere sul sito di MC4

,

Nessun commento

Facilitating Sanitation with Appropriate Surface Coatings

Taken from WikipediaSanitation is a key issue in critical areas as present in hospitals, medical practices or aseptic machinery just to name a few. Traditionally, disinfection or sterilization are guaranteed by defined cleaning procedures. In the recent years progress in especially the nano-, bio- and coating technologies have put forward strategies aimed on improving the efficacy of cleaning by designing self-cleaning, anti-sticking or antimicrobial surfaces. These coatings have already found application in daily life including items such as clothes and linen, furniture, clinical equipment, hand-touch sites, stationary, plastic items, electronic equipment and general surfaces such floors, walls and doors.

Prosegui la lettura »

Nessun commento

2° Benchmark Forum Italia: Il modello Quality Gate

La seconda edizione del Benchmark Forum Italia si svolgerà a Bologna il 15 ottobre 2013. L’obiettivo del convegno è quello di stimolare in un clima aperto la discussione fra fornitori di soluzioni industriali, OEM e utenti finali. L’idea di fondo è ispirata al concetto di Quality Gate, una best practice riconosciuta dalla VDMA, l’Associazione dei Costruttori Tedeschi di Macchine e Impianti. Prosegui la lettura »

,

Nessun commento

Liam, un progetto di successo dell’Open Innovation

Autori: H. Seeger, G. Berghella, CRIT
Articolo pubblicato su Automazione e Strumentazione, luglio 2013

La nascita del Laboratorio Industriale Automazione Macchine per il Packaging (Liam), un’iniziativa di cinque soci di Crit Research. Manutenzione predittiva, prototipazione virtuale e benchmarking le attività principali di Liam, al servizio dell’innovazione nel settore del packaging.

Per ogni azienda la continua innovazione dei propri prodotti è la chiave per il successo. In passato i processi di innovazione erano considerati delle dinamiche da gestire internamente ai confini aziendali. Da più di una decina di anni si sente sempre più parlare diOpen Innovation, un nuovo modello di gestione della conoscenza che descrive processi di innovazione caratterizzati dall‘apertura verso l’esterno. Le logiche di innovazione aperta possono essere implementate attraverso diverse strategie di gestione che posso prevedere, ad esempio, la collaborazione con centri di ricerca esterni, il coinvolgimento come parte attiva dei propri clienti o fornitori o l‘eventuale cessione dei risultati della ricerca interna, anche trasformando programmi di sviluppo interni in progetti open source. Un modello di successo di Open Innovation è stato messo in piedi all’inizio degli anni 2000 con la fondazione di Crit Research che può essere considerato uno dei precursori europei dell’Open Innovation. Prosegui la lettura »

, , , , , , , , ,

Nessun commento

Packology 2013 – Start Up e Technology Transfer Days

Si intensifica il programma di Packology 2013, l’evento internazionale per l’industria del packaging in programma a Rimini dall’11 al 14 giugno prossimi, organizzato da Ucima e Fiera di Rimini

Nel corso dei Packaging Technology Transfer Days, numerose giovani start up presenteranno agli operatori professionali prodotti, dispositivi e sistemi di nuova concezione per l’industria alimentare, chimica e farmaceutica. Le start up, selezionate da CRIT Research, occuperanno un’apposita area espositiva, dove potranno presentare la propria offerta nel corso di convegni e seminari oltre a cogliere l’opportunità di incontri one-to-one con gli espositori.

Qui è possibile scaricare il pdf con il programma dei convegni dell’area Innovation: Packology_convegni_area innovation – CRIT

, , , ,

Nessun commento

Benchmarking di piattaforme commerciali per l’automazione: motion control

Autori: Matteo Sartini, Consorzio LIAM – Gianluca Berghella, CRIT Research
Articolo pubblicato su Automazione Integrata, Settembre 2012

Le prestazioni di una moderna macchina automatica per il mondo del packaging dipendono in gran parte dalle prestazioni del motion control.

Il motion control è l’insieme delle tecnologie e dei dispositivi che governano gli organi meccanici in movimento. La precisione nel controllo del movimento rappresenta un fattore chiave che influisce fortemente sulle prestazioni della macchina. L’attività di benchmark portata avanti dal laboratorio LIAM intende analizzare le performance del motion control attraverso la definizione e l’esecuzione di un insieme di test che possano confrontare le soluzioni disponibili sul mercato e individuare quelle più adatte a risolvere un determinato tipo di problema. L’analisi del motion control può essere effettuata confrontando le prestazioni delle diverse soluzioni su un carico di riferimento che abbia le stesse caratteristiche (nel caso in esame stesso rapporto tra inerzia del carico ed inerzia del motore) rispetto all’azionamento e al motore preso in considerazione.

SchemaCarico(Figura1).jpg

Figura 1 - Benchmark meccanico di riferimento

Benchmark meccanico di riferimento

Il benchmark meccanico di riferimento (Figura 1) consiste in un carico collegato per mezzo di un giunto a soffietto (accoppiamento rigido) all’albero del motore della piattaforma con la quale si vogliono eseguire i test. Il carico è costituito da un albero condotto al cui estremo è fissato, stretto fra due dadi, un volano. L’albero condotto è montato su due cuscinetti a sfere (che fanno parte della struttura portante) ed è in grado di ruotare attorno al proprio asse. Per testare lo stesso sistema meccanico su diverse piattaforme al fine di analizzare in maniera accurata il comportamento dell’azionamento è necessario conoscere il modello del carico (modello noto) e tutti i parametri del modello (attriti, inerzie, …). Nel caso dell’inseguimento di traiettoria l’interesse è focalizzato sul fatto che l’inseguimento avvenga rispettando la traiettoria specificata. Nelle situazioni reali l’azionamento inseguirà la traiettoria ideale con un certo errore. In generale, la differenza tra la traiettoria ideale e quella reale può essere causata da:

Prosegui la lettura »

, , , , ,

Nessun commento

Grande partecipazione alla sessione plenaria curata da LIAM alla mostra-convegno MC4

Alcuni dei beni di consumo più amati nel mondo sono prodotti e confezionati grazie a ingegnose soluzioni progettate e realizzate dai costruttori italiani di macchine automatiche. Il cuore di queste macchine, o meglio il cervello che ne comanda il funzionamento, è rappresentato dalle soluzioni per il controllo del movimento, protagoniste assolute di MC4 – Motion Control for (www.mostreconvegno.it), manifestazione organizzata da Fiera Milano Media che ha chiuso i battenti lo scorso 5 marzo a Bologna.

Giunta alla nona edizione MC4, che affianca a una vetrina di prodotti e soluzioni di eccellenza un ricco programma convegnistico, ha chiamato a raccolta quest’anno circa settecento operatori specializzati, manager, tecnici e progettisti che lavorano nelle aziende che costruiscono macchine e impianti utilizzati in ambito industriale ed energetico.

Particolarmente seguita è stata la sessione plenaria curata da LIAM (Laboratorio Industriale Automazione Macchine per il packaging), il laboratorio industriale localizzato presso CRIT e finalizzato a produrre conoscenza nell’ambito dell’automazione di macchine automatiche per il packaging.

Continua a leggere su Fiera Milano news – n.53 Marzo 2013

, ,

Nessun commento

CRIT Research nel Comitato Scientifico della Nuova Fiera MECHA-TRONIKA

La nuova mostra delle intelligenze per la produzione industriale, MECHA-TRONIKA  si terrà a Fieramilano dal 23 al 26 ottobre 2013. Allo scopo di supportare la definizione dell’agenda tecnologica che guiderà la nuova rassegna dedicata a uno dei settori più promettenti per lo sviluppo del manifatturiero, l’organizzazione si è dotata di un Comitato Scientifico in cui fa parte la società vignolese CRIT Research™. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento

Quale futuro per l’automazione industriale?

Nella città felsinea il primo Benchmark Forum italiano sulle prospettive dell’automazione “made in Italy”. Crit di Vignola e la tedesca Itq gli organizzatori dell’evento.

Dare forma all’automazione “made in Italy” dei prossimi anni: è questo lo scopo del primo Benchmark Forum Italia-Ingegneria Intelligente che si terrà a Bologna il 6 novembre. Il convegno nasce per mettere a confronto i principali fornitori mondiali di soluzioni per l’automazione con i produttori italiani di macchine e impianti operanti sul mercato internazionale e i più noti utilizzatori finali di queste tecnologie. [..]

Continua a leggere su EmmeWeb

, ,

Nessun commento

Prognostica e Manutenzione Preventiva

Autori: Cesare Fantuzzi, Riccardo Rubini, Marco Cocconcelli, Cristian Secchi, Michele Cotogno e Giovanni Prata
Articolo pubblicato su Automazione Integrata, Giugno 2012

La prognostica è la previsione dei guasti basata sulla osservazioni di variazioni di parametri operativi di un sistema industriale durante il suo normale ciclo di funzionamento. L’obiettivo quindi consiste nel predire un guasto incipiente prima che questo provochi un fermo macchina, spesso con conseguenze disastrose sul ciclo produttivo e sulla integrità stessa della macchina.

Tipi di guasti frequenti su cuscinetti

La manutenzione predittiva viene effettuata a seguito dell’individuazione di uno o più parametri della macchina che vengono misurati ed estrapolati utilizzando appropriati modelli matematici allo scopo di individuare il tempo residuo prima del guasto. A tal scopo, nella letteratura corrente, vengono usati diverse metodologie, che possono essere riassunte come segue:

  • Analisi tribologiche sui lubrificanti, allo scopo di individuare variazioni di condizioni chimico fisiche (viscosità, acidità, alterazioni chimiche), la presenza di contaminanti (acqua, polveri, fluidi di processo) o la presenza di polveri metalliche provenienti da usura, condizioni quindi che possono essere legate ad un tempo residuo al guasto. Queste tecniche sono però difficilmente automatizzabili e debbono essere fatte a campione e fuori linea.
  • La misura delle vibrazioni, allo scopo di individuare componenti meccaniche che si siano usurate, disallineate o danneggiate. Nel caso di azionamenti elettrici, la misura delle vibrazioni possono essere messe in relazione a misure delle correnti degli avvolgimenti. Queste misure possono essere effettuate in linea, e nel caso delle misure di correnti, non necessitano di sensori aggiuntivi, accelerometri nel caso della misura delle vibrazioni, in quanto la misura di corrente è già implicita nella implementazione del sistema di controllo. In questo caso, l’applicazione della metodologia richiede lo sviluppo di algoritmi per l’analisi del segnale, in genere di tipo frequenziale (Trasformate di Fourier), o miste (Wavelets e Trasformate di Hilbert-Hwang), che però, nei casi di movimenti a velocità variabile, tipici del contesto della automazione di macchina, non sono ancora state completamente sviluppate, e mancano reali applicazioni industriali per questa casistica.
  • La termografia dei componenti, allo scopo di individuare riscaldamenti prodotti da attriti dovuti a cause analoghe viste al punto precedente, usure e malfunzionamenti meccanici. Tale tecnica però è difficile da usare nel campo della automazione in quanto il riscaldamento può essere causato da fenomeni del tutto normali, quali il naturale riscaldamento insito alle perdite resistive negli avvolgimenti dei motori elettrici. Prosegui la lettura »

, ,

Nessun commento